Queer Eye: siamo in Giappone! Tutti gli eroi prima dei Fab Five e dalla loro trasformazione

Che Film Vedere?
 

I Fab Five hanno portato le loro abilità in Asia per l'ultima stagione dello spettacolo, Queer Eye: We're In Japan! Diamo uno sguardo a tutte le trasformazioni!





I Fab Five hanno portato le loro abilità e talenti in Asia per l'ultima stagione dello spettacolo, Queer Eye: siamo in Giappone! Tan France, Antoni Porowski, Jonathan Van Ness, Karamo Brown e Bobby Berk hanno aiutato quattro eroi a imparare come abbracciare le loro identità autentiche e mostrare a se stessi un po 'di amore.






CORRELATO: Queer Eye Stagione 1: Dove sono adesso?



Gli eroi di Queer Eye Il Giappone proviene da tutti i ceti sociali. Lungo la strada, i Fab Five imparano che non importa da dove provenga qualcuno, tutti vogliono sentirsi amati e accettati. Ecco i quattro eroi di Queer Eye: siamo in Giappone! prima e dopo l'arrivo dei Fab Five.

8PRIMA: Yoko Sakuma

Yoko è un'infermiera di 57 anni che gestisce la sua attività fuori casa. Quando i Fab Five la trovano, vive una vita dedicata al suo lavoro fino allo sfavore. Trascorre così tanto tempo a prendersi cura degli altri che non si prende mai cura di se stessa.






zoe saldana in pirati dei caraibi

Ha anche ceduto la sua camera da letto ai pazienti e invece dorme sul pavimento sotto un tavolo o vicino a una porta in modo da essere sempre alla portata dei pazienti. Yoko si dedica al lavoro in onore di sua sorella, morta da sola in un ospedale. Non vuole mai che nessuno dei suoi pazienti si senta solo mentre passa.



7DOPO: Yoko Sakuma

Dopo essere stata nominata dalla sua amica Fumiko, Yoko ha accolto con favore le lezioni di vita che i Fab Five avevano in serbo per lei. Bobby ha rinnovato la sua casa in modo che potesse ancora gestire il suo ospizio ma avere spazio anche per se stessa. Un discorso sincero con Karamo le ha insegnato che è ancora una donna che ha valore, anche se non ha marito e figli.






Tan l'ha aiutata a trovare un nuovo guardaroba che esprimesse al meglio la sua personalità divertente e frizzante. Durante la festa nel suo nuovo centro comunitario, Yoko ha parlato di come aveva rinunciato a essere una donna ma ha trovato una rinnovata speranza. Ha persino iniziato ad uscire con qualcuno .



6PRIMA: Kan

L'amica di Kan, Miki, lo ha nominato perché non si sentiva a suo agio e viveva in Giappone come gay. Nella cultura giapponese, essere gay e aperti al riguardo è ancora un tabù. Kan aveva una relazione a lungo termine ea distanza con Tom, che vive nel Regno Unito.

CORRELATI: 10 regali per i fan di Queer Eye

Kan trascorreva gran parte del suo tempo con un piede fuori dalla porta, sempre pronto a lasciare il Giappone e vivere all'estero come faceva durante i suoi giorni universitari. Ma sapeva che lasciare il Giappone significava anche lasciare i suoi amici, la famiglia e il lavoro che amava. Prima dei Fab Five, Kan aveva difficoltà a essere il suo vero sé per paura di essere rifiutato dalla società.

5DOPO: Can

Bobby ha creato lo spazio dell'appartamento di Kan sentirsi come una vera casa in modo che Kan non abbia vissuto un piede fuori dalla porta. I Fab Five hanno presentato Kan alla scena queer in Giappone ea molti influencer di ispirazione nella comunità per dimostrargli che non era solo. Tan ha insegnato a Kan come vestirsi in modo che potesse esprimere il suo sé interiore all'esterno senza sentirsi a disagio, una lezione che ha portato con sé dopo che i Fab Five se ne sono andati .

Per il suo grande giorno, Tom è volato in Giappone per cenare con la madre e il fratello di Kan, l'ultimo dei quali ha incontrato per la prima volta. Dopo la cena, Kan si sentì abbastanza sicuro di sé da tenere la mano di Tom mentre camminavano insieme per la strada.

4PRIMA: Kae

La madre dell'artista 23enne Kiyoko e la sorella Kie hanno nominato Kae in modo che i Fab Five potessero aiutarla a definire la sua versione della donna ideale. Vittima di bullismo durante i suoi anni formativi a scuola, Kae è cresciuta come una timida introversa priva di autostima e sicurezza.

quando è uscito 21 jump street

Spesso rinunciava alle possibilità, come un tentativo di disegnare per un progetto manga, perché non aveva fiducia. Kae mostrava segni di depressione mentre teneva una stanza disordinata e non puliva perché si sentiva sopraffatta. Si vestiva con abiti larghi per nascondere la sua figura perché pensava che con un busto e fianchi più grandi, i vestiti stretti rivelassero più di quanto si sentisse a suo agio.

3DOPO: Kae

Antoni aiuta Kae a entrare in contatto con sua madre offrendo loro una giornata madre-figlia in cucina. I due non parlano mai molto o si dicono l'un l'altro che si amano. Ma una volta che Antoni li aiuta ad aprire quella linea di comunicazione, c'è una maggiore comprensione tra loro che dà loro speranza per la loro relazione futura.

CORRELATI: Queer Eye: le trasformazioni più drastiche dalla stagione 3, classificata

Bobby opera la sua magia nella loro piccola casa e crea l'ultimo spazio creativo e vitale per le sorelle che condividono una stanza. Dopo una settimana con i Fab Five, Kae disegna a Karamo un ritratto del suo sé ideale, delle curve e di tutto il resto. Lo mostra alla sua mostra d'arte ed è sorpresa di apprendere che Tan ha acquistato l'autoritratto.

nello spazio nessuno può sentirti crema

DuePRIMA: Makoto

Makoto è un produttore musicale di 37 anni che è stato sposato con sua moglie Yasuko da sette anni, ma la loro relazione si è deteriorata. I due hanno un matrimonio senza sesso, un argomento tabù in Giappone. Ma quando il suo capo Kazutaka lo nomina, Makoto vuole lavorare per riportare quella scintilla.

I Fab Five pensano di preparare Makoto a portare sua moglie ad un appuntamento per la prima volta da anni, ma scoprono che il vero problema è la mancanza di comunicazione tra i due. Makoto confessa di temere che sua moglie non lo ami ed è scappato dalla conversazione per così tanto tempo a causa di quella paura.

1DOPO: Makoto

Il momento più commovente della trasformazione di Makoto è quando Karamo porta Yasuko in uno studio con lui in modo che i coniugi parlino faccia a faccia. Makoto chiede a Yasuko se lei lo ama ancora e lei rivela per tutto il tempo che è stata preoccupata di essere una cattiva moglie perché non cucina né pulisce. Makoto assicura a Yasuko che non si preoccupa di quelle cose ei due aprono una linea di comunicazione che è rimasta inattiva per anni.

Bobby crea uno spazio per la loro casa in modo che possano trascorrere più tempo insieme. Antoni insegna a Makoto a cucinare un pasto semplice, che conquista immediatamente Yasuko. Jonathan mostra a Makoto che è ancora un uomo attraente e merita amore. Questo risuona così tanto con lui Makoto porta la pratica di dirlo a se stesso ogni giorno .