Il giorno dei morti di George A. Romero: 10 fatti dietro le quinte del film

Il giorno dei morti di George A. Romero è il più sottovalutato dei suoi film sui morti viventi e i fan devono saperne di più sulla realizzazione di questo successo di culto.



Inutile dire che George A. Romero è universalmente riconosciuto come il padrino del moderno film di zombi. Il regista indipendente e nativo di Pittsburgh ha realizzato diversi film dell'orrore ai suoi tempi, ma sarà sempre ricordato per le sue uscite di zombi seminali come La notte dei morti viventi e Alba dei morti . Anche la terza tappa della sua serie di zombi, Giorno della morte , è il preferito di Romero nonostante sia il meno riuscito finanziariamente.

CORRELATO: Ogni film di zombi di George Romero, classificato secondo Rotten Tomatoes








Giorno della morte è uscito negli Stati Uniti il ​​19 luglio 1985. Il film è incentrato su una folla di militari sopravvissuti rintanati in un bunker sotterraneo mentre un rabbioso esercito di zombi affamati di carne invade dall'esterno. Sebbene inizialmente abbia ricevuto recensioni mediocri, Giorno della morte da allora è stato rivendicato dal tempo per diventare un vero e proprio classico di culto. Per ulteriori informazioni, ecco 10 fatti dietro le quinte su George A. Romero Giorno della morte .

10Il concetto originale era di portata epica

Venendo fuori dal grande successo di Alba dei morti , Romero ha deciso di fare 'il Via col vento di film di zombi. ' Lo scopo epico della presunzione originale coinvolgeva un'ondata di scienziati che vivevano in una fortezza fuori terra sostenuta da recinzioni elettriche mentre i militari rimanevano sottoterra. È stato anche pianificato un finale molto più grafico e una piccola unità di zombi addestrati dall'esercito.



stai zitto e prendi il mio design per la carta di credito

Ahimè, Romero non è riuscito a garantire il budget per realizzare la sua visione epica che ha portato Il giorno dei morti ambiente più ristretto e claustrofobico. Invece, ha aspettato 20 anni e ha riciclato molti di questi concetti nel quarto film di Living Dead, Terra dei morti .

9Il film ha subito cinque riscritture

Romero ha scritto un totale di cinque sceneggiature per Giorno della morte , ciascuno diminuendo di lunghezza per soddisfare il suo piccolo budget. La prima bozza era lunga 200 pagine, successivamente ridotta a 122 pagine. Quando la sceneggiatura è stata giudicata troppo costosa da realizzare dalla United Film Distribution Company (UFDC), Romero ha rimodellato la sceneggiatura di 200 pagine fino a 165 pagine, che sono state poi troncate a 104 pagine.

Con tutte e quattro le iterazioni della sceneggiatura rifiutate perché troppo costose da filmare, alla fine Romero ha ridotto la sua storia epica a una sceneggiatura di 88 pagine filmabile e più pratica.



8Gore del film ha dimezzato il budget

Quando l'UFDC ha finalmente dato il via alla sceneggiatura abbreviata di Romero, il regista ha ricevuto un budget di 7 milioni di dollari per realizzarla. Il problema era che i soldi arrivavano con un enorme avvertimento. A Romero è stato detto dall'UFDC che se avesse consegnato un film R-Rated, avrebbe potuto utilizzare tutti i 7 milioni di dollari del budget originariamente assegnato. Tuttavia, se Romero fosse esagerato con il sangue e trasformasse in un film senza rating, il budget sarebbe ridotto della metà a $ 3,5 milioni.

quanti anni aveva aragorn nel signore degli anelli

Ovviamente, Romero non ha potuto resistere alla realizzazione di uno dei suoi film più cruenti di tutti ed è stato attratto da 3,5 milioni di dollari per la sua disobbedienza.

7Ci sono extra riciclati da Dawn of the Dead

Romero è stato così preso dalla gente del posto quando ha girato il suo film sugli zombi Alba dei morti nella sua nativa Pittsburgh che ha reinvitato molte delle comparse di quel film per ricambiare il favore Giorno della morte . Questo è il motivo per cui molti degli zombi sullo sfondo sembrano così familiari in entrambi i film.

CORRELATI: 10 cose che non hanno senso sulla serie di zombi classica di George A. Romero

Per i loro servizi come comparse nel film, gli attori sullo sfondo sono stati pagati un dollaro, hanno ricevuto una copia del materiale di scena del giornale visto all'inizio del film e un cappello con la scritta 'Ho interpretato uno zombi in Giorno della morte . ' Inutile dire che ne è valsa la pena.

6Il bunker sotterraneo era un vecchio sito minerario

Il bunker sotterraneo in cui si svolge la maggior parte del film non è stato girato in un palcoscenico, ma piuttosto in una vecchia miniera di calcare situata a Wampum, in Pennsylvania. La struttura si estende su 2.500.000 piedi quadrati ed è stata utilizzata per archiviare documenti sensibili.

Durante le riprese nel sito minerario, la temperatura è stata costantemente regolata a 50 gradi Fahrenheit. Anche così, le condizioni umide del sottosuolo erano estremamente problematiche per l'attrezzatura, gli oggetti di scena e gli equipaggi FX. Diversi incidenti elettrici hanno impedito il corretto funzionamento dell'FX di Tom Savini. Molti membri dell'equipaggio hanno persino dormito nella miniera per evitare viaggi quotidiani nella zona remota. Le scene in superficie sono state girate dentro e intorno a Fort Meyer, in Florida.

nuovo film con draw barrymore e adam sandler

5L'effetto grafico è fallito più di una volta

Parlando del tormentato lavoro FX di Savini, la scena del sogno in cui Sarah (Lori Cardille) viene attaccata da un'orda di braccia di zombi che colpisce il muro ha dovuto essere rifatta da zero. Durante il primo tentativo di filmarlo, il muro non era abbastanza robusto e con diversi zombi extra è precipitato su Cardille.

Inoltre, la scena in cui Sarah esegue un intervento chirurgico al braccio di Miguel ha dovuto essere rifatta dopo che l'elica chirurgica si è ritratta dalla carne di gomma. Savini ha ricreato l'elica in cera e l'effetto ha funzionato in modo impeccabile.

quando uscirà il più grande showman su netflix

4Veri intestini di maiale e sangue sono stati usati per il sangue

Per i periodi più grafici di sangue visti nel film - in particolare nel macabro sventramento del capitano Rhodes (Joseph Pilato) - sono stati usati veri intestini di maiale. Il sangue e le budella del maiale sono stati ottenuti da un macello locale per l'uso nella scena.

Sfortunatamente, un membro dello staff sul set ha accidentalmente scollegato il frigorifero che conteneva il sangue e gli intestini del maiale, causando il deterioramento del contenuto. Come risultato di coloro che entrano in contatto con la contaminazione, diversi membri della troupe si ammalano fisicamente durante la produzione. Quello, e filmare le scene cruente è stato un incubo a causa dell'intenso fetore delle viscere.

3George A. Romero ha un cammeo

La metà inferiore di Romero fa un'apparizione cameo nel film come uno zombi che trascina un carrello della spesa attraverso un parcheggio. Può essere visto proprio mentre si svolge il buffet di zombi finale. Sebbene il suo viso rimanga avvolto, Romero può essere identificato tramite la sua sciarpa scozzese tipica avvolto intorno alla sua vita mentre cammina in primo piano.

CORRELATI: I 10 migliori film di George Romero (secondo IMDB)

venerdì 13 data di uscita della modalità giocatore singolo

Altri cameo nel film includono il guru di KNB Makeup e FX Howard Berger, che appare come lo zombi che gira nella caverna prima di essere colpito da John. Inoltre, la band americana New Rhythm and Blues Quartet (NRBQ) appare come zombie nel bunker.

DueBub ha scritto la storia degli zombi

Giorno della morte reca diversi segni storici unici all'interno della venerata serie di film di zombi di Romero. Ad esempio, il personaggio di Bub (Howard Sherman) è il primo zombi in un film di Romero a pronunciare una battuta di dialogo quando dice 'Ciao zia Alicia'.

Il film segna anche la prima volta che uno zombi-pagliaccio è apparso nei film di zombi di Romero, qualcosa che avrebbe ricreato nei suoi film successivi Terra dei morti e Diario dei morti . Inoltre, Bub è il primo zombi nel canone di Romero a uccidere per vendetta piuttosto che per cibo o istinto.

1Il film originariamente terminava con una gigantesca esplosione

Romero inizialmente concepì un finale molto diverso dagli eventi rappresentati nel taglio finale di Giorno della morte . Inizialmente, la fine era che tutti gli scienziati morissero di una morte ardente dopo essere stati sorpresi da un'esplosione chimica in laboratorio. Per quanto triste possa sembrare, in realtà ha offerto un po 'di speranza quando è stato dimostrato che uno degli uomini che sono morti durante l'esplosione non riesce a rianimarsi come uno zombi, deducendo che l'epidemia è finalmente finita.

Quando il budget è stato ridotto della metà, questa sequenza ricca di effetti si è rivelata troppo costosa da filmare. Romero ha rielaborato il finale in una sequenza di sogno improvvisa che termina ancora con una nota di speranza, con i pochi scienziati rimasti che scappano su un'isola deserta libera dai non morti.