L'oscuro segreto di Cappuccetto Rosso svela chi VERAMENTE incolpa della sua morte

Che Film Vedere?
 

Dal ritorno dalla morte, Cappuccio rosso porta rancore nei confronti del suo ex mentore, Batman. Ma, invece di incolpare The Dark Knight o Joker per la sua morte raccapricciante, incolpa se stesso.





Famigerato, durante l'arco narrativo di 'Death in the Family', Jason Todd scopre che la donna che aveva a lungo creduto essere la sua madre biologica era in realtà una matrigna. Nel tentativo di saperne di più sulla sua madre biologica, si reca in Etiopia (che da allora è stata ricollegata a Qurac) per ulteriori informazioni e incontra Sheila Haywood, una cooperante e madre naturale di Jason. Tuttavia, il Joker è in grado di ricattare Sheila per fargli portare Jason direttamente da lui. Nella prigionia di Joker, Jason viene picchiato fino a perdere i sensi con un piede di porco e ucciso nell'esplosione di un magazzino. Quasi due decenni dopo, l'ex Robin viene resuscitato da Talia e Ra's al Ghul's Lazarus Pit. Da quando è tornato e ha adottato l'ex pseudonimo del Joker, Cappuccio Rosso, ha espresso il suo risentimento sia per il Joker che per Batman. Sebbene il suo risentimento sia comprensibile, non incolpa né la sua morte, né il suo assassino.






Relazionato: Anche Cappuccetto Rosso ha dimenticato come Joker lo abbia effettivamente ucciso



In Cappuccio Rosso e i Fuorilegge (2016) # 10 di Scott Lobdell e Dexter Soy, nel tentativo di salvare Artemis, Cappuccetto Rosso torna a Qurac, il luogo in cui è morto. A causa di una commozione cerebrale, si perde momentaneamente nella sua stessa testa. Mentre viene torturato nella realtà dal generale Heinle di Qurac, la sua mente torna alla notte in cui Joker lo ha ucciso. Durante questo caso, rivela che c'è solo una persona che incolpa per la sua morte: se stesso.

Per anni, Jason ha odiato Joker per averlo ucciso e odiato Batman per non averlo mai vendicato uccidendo in cambio il Principe Clown o addirittura impedendo il suo omicidio. Tuttavia, nonostante tutta la rabbia e l'odio che nutre verso entrambi gli uomini, è agrodolce pensare che la maggior parte della sua rabbia (insieme al rimpianto e al biasimo) sia diretta verso se stesso. Si incolpa perché, ai suoi stessi occhi, è andato incontro alla propria morte andando da solo. È particolarmente agrodolce sapere quanto fossero sole le sue origini.






Quando Batman ha trovato Jason per la prima volta, il ragazzo è stato abbandonato da suo padre mentre la sua matrigna era dipendente dalla droga, il che lo ha costretto a badare a se stesso. Batman è entrato nella vita di Jason come una manna dal cielo. Jason ha finalmente avuto la compagnia e la figura paterna che non ha mai avuto, ma lo scarta per scappare da solo nella sua avventura alla ricerca di sua madre, e questo gli è costato la vita. Ora che ha riacquistato quella vita, Cappuccio rosso è costretto a portare il senso di colpa e 'e se?' nella sua testa su come avrebbe potuto affrontare la missione in modo diverso.