Sicario: Day of the Soldado Recensione - Non tutti i film hanno bisogno di un sequel

Che Film Vedere?
 
Pubblicato il 29 giugno 2018

Day of the Soldado è un thriller competente ma, senza gli svolazzi artistici e la sostanza dell'originale Sicario, è in qualche modo dimenticabile.










Day of the Soldado è un thriller competente ma, senza gli svolazzi artistici e la sostanza dell'originale Sicario, è in qualche modo dimenticabile.

Sicario: Giorno del Soldato è un quasi-sequel/spin-off di Sicario mancano diversi ingredienti chiave del crime/thriller originale del regista Denis Villeneuve. Emily Blunt non ha ripreso il ruolo dell'agente dell'FBI Kate Mercer per il film successivo, né Villeneuve, il direttore della fotografia Roger Deakins, o il defunto compositore Jóhann Jóhannsson hanno contribuito dietro la macchina da presa al film. Inoltre, con Kate fuori dai giochi, Giorno del soldato sposta l'attenzione direttamente sull'agente del governo americano Matt Graver (Josh Brolin) e sulla sua 'risorsa' mortale, Alejandro Gillick (Benicio del Toro). Sfortunatamente, questo approccio si traduce in un film che non sembra una continuazione particolarmente necessaria del film Sicario franchising. Giorno del soldato è un thriller competente ma, senza l'originale Sicario La sua ricchezza artistica e la sua sostanza sono in qualche modo dimenticabili.



Giorno del soldato La narrazione di prende il via quando il governo degli Stati Uniti scopre che i cartelli messicani stanno (apparentemente) contrabbandando terroristi attraverso il confine. La CIA si rivolge quindi a Graver, che ha un'idea per una soluzione che gli richiederà di mettere le mani sul serio 'sporco' . Vale a dire, Graver vuole rapire Isabela Reyes (Isabela Moner), la figlia adolescente del famigerato capo del cartello Carlos Reyes, e dare la colpa a un altro grande cartello, al fine di istigare una guerra tra loro. Dopo aver ricevuto il via libera, Graver si rivolge al suo vecchio amico Alejandro per aiutarlo a portare a termine la missione.

Netflix ha il re della collina

All'inizio tutto va secondo i piani, lasciando Isabela all'oscuro della vera identità dei suoi rapitori. Tuttavia, nulla è così semplice e alla fine la missione va fuori dai binari, separando Isabela e Alejandro da Graver e dal resto della sua squadra. Ciò a sua volta costringe Alejandro a fare una scelta: o eseguire i suoi nuovi ordini come un buon 'Soldado' o aiutare Isabela, la figlia dell'uomo che gli ha portato via tutto.






Giorno del soldato , come il primo Sicario , è stato scritto da Taylor Sheridan e fonde i cliché del genere criminale polposo con elementi neo-occidentali e commenti sociali sul ciclo infinito di violenza al confine tra Stati Uniti e Messico. Tuttavia, a differenza del primo Sicario , Giorno del soldato non ha una linea guida semplice ma chiara che lo guida, né intreccia i vari fili della storia (inclusa una sottotrama su un ragazzo adolescente che inizia a guadagnarsi da vivere contrabbandando persone attraverso il confine) in modo fluido. Il film è certamente più ambizioso del thriller medio nelle sue intenzioni narrative, ma manca di precisione quando si tratta di fare una dichiarazione chiara. Di conseguenza, la sua estenuante violenza e brutalità non ha un grande impatto emotivo e sembra più uno sfruttamento che un significato.



Allo stesso modo, il Sicario il sequel/spinoff è un notevole passo indietro rispetto al primo film in termini di artigianalità. Direttore Stefano Sollimo ( UN TAXI. , Suburra ) fa un lavoro solido nel complesso, ma nessuna delle scenografie o scene d'azione del film è particolarmente memorabile in termini di design. La cinematografia di Dariusz Wolski è altrettanto rispettabile, ma visivamente è molto meno sorprendente del lavoro di Deakins nel primo film, e manca anche della tavolozza di colori nitidi che Wolski ha usato per dare vita al confine tra Stati Uniti e Messico nel film di Ridley Scott. il consigliere . Giorno del soldato si ispira ulteriormente all'iconografia del suo predecessore, anche se senza il senso dell'atmosfera e il ritmo deliberato per conferire loro lo stesso peso drammatico. Nel complesso è ancora un film dall'aspetto perfettamente dignitoso, solo che non riesce a raggiungere (molto meno chiaramente) il livello fissato per questo franchise.






Dal momento che non devono condividere il tempo sullo schermo con Blunt, del Toro e Brolin possono esplorare nuovi aspetti dei rispettivi personaggi nel Sicario seguito, e i loro ruoli qui sono meglio definiti per questo. Anche Moner nei panni di Isabela ottiene un certo sviluppo, e il giovane personaggio è tipicamente autentico quando si tratta del suo comportamento emotivo, anche se il legame che forma con Alejandro non suona mai del tutto vero. Giorno del soldato Il cast di supporto di include anche attori caratteristici esperti come Catherine Keener, Shea Whigham e Matthew Modine (insieme a Sicario l'attore Jeffrey Donavan), i quali fanno tutti la loro parte per elevare il sequel. Il problema è che tendono a rimanere bloccati giocando a cliché sottili come carta che servono a far andare avanti la trama, ma non molto oltre.



Elenco dei film Il pianeta delle scimmie

A un livello più profondo, il problema principale con Giorno del soldato è che sembra già un po' datato, anche se arriva a soli tre anni dal primo Sicario . Il film semplicemente non ha molto da aggiungere alle osservazioni sociopolitiche del suo predecessore, che alcuni critici ritenevano discutibili e dubbi, anche nel 2015. Giorno del soldato evita i riferimenti espliciti agli sviluppi del mondo reale e alla politica (con un'eccezione), poiché mira a qualcosa di meno specifico e più universale con il suo sottotesto politico. Tuttavia, in un momento in cui il mondo sembra cambiare più velocemente del solito, il Sicario il sequel doveva essere più lungimirante, se voleva aggiungere qualcosa di rilevante e stimolante alla discussione più ampia a cui si stava attingendo.

Nel complesso, Siario: Giorno del Soldato è un'offerta a metà strada che non giustifica mai veramente la svolta Sicario in un franchise, dal punto di vista della narrazione. Il mondo violento di Sicario non è più amichevole nel seguito, ma la sua capacità di scioccare è diminuita Giorno del soldato . Quegli spettatori che hanno davvero apprezzato il film di Villeneuve dovrebbero trovare abbastanza da apprezzare il sequel/spin-off di Sollimo, ma per coloro che si sono allontanati dal primo Sicario sentendosi come se avessero trascorso abbastanza tempo in quell'universo, la visione del secondo capitolo non è obbligatoria. Detto questo, ci sono dei progetti provvisori da fare Sicario 3 E Giorno del soldato lascia la porta aperta affinché ciò accada. Speriamo che il potenziale conclusivo della trilogia abbia qualcosa di più fresco e inaspettato da portare sul tavolo.

la foresta come tenere lontani i cannibali

TRAILER

Sicario: Giorno del Soldato è ora proiettato nelle sale americane a livello nazionale. Dura 122 minuti ed è classificato R per forte violenza, immagini sanguinose e linguaggio.

Fateci sapere cosa ne pensate del film nella sezione commenti!

Date di rilascio chiave

  • Sicario: Giorno Del Soldato
    Data di rilascio: 29-06-2018