Stranger Things ha prefigurato la trama della terza stagione nella seconda stagione

Che Film Vedere?
 

Cose più strane ha accennato alla trama pesantemente sovietica della terza stagione due anni prima che si svolgesse sullo schermo. Dalla scomparsa di Will Byres (Noah Schnnap) nel suo primissimo episodio, Cose più strane La storia di si è svolta in modo metodico e organico, con i personaggi che si evolvono, l'amore che sboccia e la minaccia del Sottosopra e dei suoi abitanti si intensifica gradualmente lungo la strada.





Come parte di questa evoluzione, la terza stagione ha visto gli abitanti di Hawkins confrontarsi non solo con la rinascita del temuto Mind Flayer, ma anche con un contingente di spie e soldati russi che si erano stabiliti nel centro della loro sonnolenta cittadina. Come i loro nemici della Guerra Fredda, i russi avevano appreso dell'Upside Down e l'apertura fredda della serie mostrava le loro squadre che cercavano di entrare nella dimensione e sfruttarne le capacità sul loro territorio prima di trasferirsi in una base fortificata sotto il centro commerciale Starcourt di recente costruzione. . È interessante notare che la loro forte presenza era stata prevista all'inizio della seconda stagione da Murray Bauman (Brett Gelman).






CORRELATO: Il piano originale di Stranger Things lo stava copiando ancora di più



Introdotto per la prima volta nella seconda stagione, l'eccentrico giornalista e investigatore privato era stato assunto dai genitori di Barb (Shannon Purser) per scoprire la verità dietro l'improvvisa scomparsa di Barb. Dal momento che era stata uccisa dal Demogorgone ultraterreno, che Jim Hopper (David Harbour) e l'Hawkins Lab tentarono silenziosamente di nascondere, ciò non impedì a Bauman di avvicinarsi ripetutamente a Hopper per cercare di scoprire la verità.

Vediamo la prima di queste interazioni in Madmax - l'episodio introduttivo di Bauman - durante un incontro in cui Hopper ascolta con disprezzo il miscuglio di fatti e congetture del giornalista sui misteriosi eventi della prima stagione. Tuttavia, mentre Bauman potrebbe aver ipotizzato erroneamente che Eleven (Millie Bobby Brown) fosse un agente russo, il suo discorso sulle spie e un'invasione su vasta scala di Hawkins non è così divertente sulla scia della terza stagione. In effetti, un anno dopo quella conversazione , Dustin (Gaten Matarazzo), Steve (Joe Keery), Erica (Priah Ferguson) e le indagini di Robin (Maya Hawke) porterebbero alla luce questo suddetto sotterfugio, e sia Hopper che Bauman sono costretti a mettere da parte le loro divergenze per infiltrarsi nella base.






In quanto tale, ora è chiaro che le divertenti affermazioni di Bauman erano in realtà un'astuta prefigurazione per uno sviluppo molto appropriato più avanti nello spettacolo. Dopotutto, la scoperta del Sottosopra da parte di Eleven è stata una conseguenza non intenzionale dei tentativi del dottor Martin Brenner (Matthew Modine) di intercettare psichicamente gli agenti russi. Pertanto, ha perfettamente senso che i sovietici si siano dilettati con il soprannaturale se lo fossero stati gli americani, e soprattutto se i guai di Hawkins stavano diventando sempre più evidenti agli occhi che guardavano.



Inoltre, le prime scene di Bauman sono particolarmente profetiche anche sotto un altro aspetto. Il personaggio preferito dai fan fa riferimento a massicce ripercussioni internazionali se i russi fossero coinvolti. Non è certo un caso che la Stagione 3 si sia conclusa con la rivelazione di un Demogorgone custodito in una struttura in Kamchatka, o che le successive fasi di Cose più strane si confermano essere andando ben oltre la remota ambientazione dell'Indiana questo ha dominato lo spettacolo finora. Cose più strane ha sempre invitato teorie e previsioni sul suo futuro, e sulla scia di indizi come questo scoperti, i fan senza dubbio perlustreranno le stagioni precedenti dello show durante il conto alla rovescia per la quarta stagione.






IL PROSSIMO: Come Hopper può tornare nella stagione 4 di Stranger Things